Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv. Operatori digitale terrestre: in Piemonte e Lazio buoni i dati sulla diffusione
Dopo il passaggio di Raidue e Retequattro sul digitale terrestre, in Piemonte e nel Lazio la nuova tv e' gia' nelle case di due famiglie su tre: e' il risultato di un'indagine Makno diffusa da Dgtvi, il consorzio di broadcaster coinvolti nel passaggio alla nuova tecnologia. (ADUC)
 
 
PIEMONTE - Secondo i dati Makno, subito dopo lo switch over, la penetrazione complessiva della tv digitale (satellite, Iptv, Dtt) e' all'83% in provincia di Torino (tre settimane prima era pari al 65%) e all'81% in provincia di Cuneo (era al 64%). La penetrazione del solo digitale terrestre e' al 68% in provincia di Torino (era al 50%) e al 56% in provincia di Cuneo (era al 33%). Il numero delle famiglie analogiche che vogliono dotarsi di almeno una piattaforma tv digitale entro sei mesi e' al 95% in provincia di Torino (tre settimane prima dello switch over era all'80,3%) e al 93% in provincia di Cuneo (era al 75,8%). Solo il 2% degli intervistati in provincia di Torino 'non sapeva nulla dello switch over', il 4% in provincia di Cuneo. Il 69% degli intervistati in provincia di Torino considera l'informazione ricevuta 'molto' o 'abbastanza' adeguata, dato riconosciuto dal 73% in provincia di Cuneo.
 
LAZIO - Subito dopo lo switch over, la penetrazione della tv digitale (satellite, Iptv, Dtt) e' all'82,5% (tre settimane prima era al 69,9%); la penetrazione della sola tv digitale terrestre e' al 66,5% (era al 47,1%). Le famiglie analogiche intenzionate a dotarsi di almeno una piattaforma televisiva digitale entro sei mesi sono il 94,5% (a tre settimane dallo switch over erano l'86%). Infine meno dell'1% degli intervistati 'non sapeva nulla dello switch over', mentre il 70% considera 'molto' o 'abbastanza' adeguata l'informazione ricevuta. 'L'aver raggiunto tali livelli di penetrazione nel Lazio e in Piemonte - commenta Andrea Ambrogetti, presidente di Dgtvi - conferma la positivita' della scelta di anticipare il passaggio di due reti nazionali prima dello switch off. Si tratta adesso, con l'impegno di tutte le istituzioni e i broadcaster, di proseguire nella stessa strada con campagne di comunicazione e informazione efficaci e capillari, cosi' come lo sono state le precedenti. Raggiungere gli ambiziosi obiettivi del 2009 diviene adesso davvero possibile, cosi' come possibile appare rispondere positivamente all'invito odierno del presidente Calabro' di accelerare ulteriormente la transizione al digitale terrestre a tutto vantaggio soprattutto degli utenti'.
08/07/2009 09:59
 

Ambrogetti...prima riflettere poi parlare

Leggo tra il diveritito e lo stupito i commenti circa il passaggio al digitale - nel Lazio - di Rai 2 e Rete 4. L'indagine diffusa da Dgtvi - quindi da Ambrogetti - rileva che "Le famiglie analogiche intenzionate a dotarsi di almeno una piattaforma televisiva digitale entro sei mesi sono il 94,5% (a tre settimane dallo switch over erano l'86%)".
Per forza dico io, se vogliono vedere i due canali sono COSTRETTI a dotarsi di una piattaforma digitale altrimenti restano al buio. Passi per Rete 4 che volendo si può anche non guardare, ma almeno il "2" nazionale lo vogliamo dare agli italiani?
Quindi, rivedendo i dati dell'indagine possiamo affermare che post digitalizzazione l'8,5 % in più della popolazione sarà costretta a dotarsi di una piattaforma digitale.
Ambrogetti....Ambrogetti....riflettere prima di parlare!!!!!!
NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).
"La famiglia Tacchino, proprietaria delle emittenti, decide il licenziamento del 60% delle lavoratrici e dei lavoratori di Telecity-Telestar-Italia 8 e la contestuale chiusura delle sedi di Torino e Genova." Lo annuncia una nota congiunta di Fnsi e Slc Cgil.