Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv, Spagna: RCS affitta frequenza Veo Tv a Mediapro. Parte Gol Tv

Rcs Mediagroup ha recentemente firmato un accordo di locazione con il gruppo Mediapro per una delle due frequenze di Veo Tv, che fa capo alla controllata spagnola Unidad Editorial.
Sulla frequenza conquistata sarà trasmesso il nuovo canale sportivo GOL Television, secondo quanto confermato dall’agenzia Radiocor Plus. Mediapro, società multimediale a 360 gradi (che spazia dalla produzione di format tv, alla gestione di diritti sportivi, fino alla gestione diretta di canali pay via cavo, satellite e digitale terrestre) ha avviato in Spagna il nuovo canale GOL Television, su cui sono già stati avviati i test per la trasmissione in digitale terrestre sulle frequenze di Veo Tv. L’accordo metterebbe sul piatto circa 3,5 mln di euro e GOL potrà sottoporre al pubblico spagnolo una vasta offerta che ricomprenderà programmi di calcio, tennis, paddle tennis, basket, ciclismo, atletica, wrestling, motori o sport estremi. Il tutto in stretta sinergia con Marca, testata spagnola del gruppo Rcs. Il nuovo canale ha già avviato il suo test trasmettendo la Fiba World Championship Under 18 in modalità 3×3. “GOL nasce con l’obiettivo di diventare il canale sportivo di riferimento aperto, uno spazio per vivere la passione e lo spettacolo della parte anteriore dello sport della TV”, ha spiegato Mediapro, presieduta da Jaume Roures, responsabile della produzione del canale. L’interesse per le due licenze di Veo Tv aveva spinto Rcs ad avviare più trattative, sia per la ricerca di un partner a cui assegnare in locazione uno dei due canali, sia per la possibile successiva vendita. Quest’ultima opzione non sarebbe congelata se consideriamo le diverse manifestazioni di interesse ricevute dal gruppo italiano. Avviare un percorso parallelo, come ha illustrato in passato l’AD di Rcs, Laura Cioli, non esclude la possibile valorizzazione dell’asset spagnolo. (S.F. per NL)

11/06/2016 14:07
 
NOTIZIE CORRELATE
Più di 100 mln di perdita in meno rispetto all’anno scorso e al contempo più di 100 mln in meno di debiti, nonostante i ricavi siano ancora in calo.
Primi risultati positivi derivanti dal cambio di gestione all’interno del gruppo editoriale RCS - Corriere della Sera, con una riduzione delle perdite del gruppo dovuta principalmente ai tagli sulle spese e al buon risultato del segmento sportivo, trainato dagli eventi del 2016.
Questa mattina Urbano Cairo ha annunciato il controllo di fatto su Rcs con il 48,8% del capitale sociale che potrebbe aumentare fino al 60%. Previsto nuovo cda e nuovi progetti sul piano editoriale.
Sembra quasi ciò che dovrebbe essere il servizio pubblico televisivo: quasi tutti i contenuti autoprodotti e molta più informazione delle altre reti; rimane però la necessità di allargare il target di riferimento per attirare investitori pubblicitari. In arrivo programmi di Scanzi e, forse, anche di Travaglio; con il nuovo anno lo spostamento sul nuovo multiplex.
E’ partita quella che potrebbe essere la settimana più lunga per Rcs Mediagroup. La contesa, a suon di offerte e contro-offerte, per il controllo del gruppo che edita il Corriere della Sera e la Gazzetta dello Sport è arrivata agli sgoccioli.