Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tv, Toscana, bizzarie tecnologiche: progetto per prenotare visite mediche con DTT. Ma ha senso con già Internet e telefonini?
(ASCA) - Prenotare una visita medica utilizzando il digitale terrstre. E' quanto prevede il progetto di sviluppo del digitale terrestre che, con capofila il comune di Fabbriche di Vallico, in Garfagnana, e' stato presentato questa mattina presso la sede dell'Uncem Toscana, presente anche il vicepresidente della Regione Toscana Federico Gelli.
Le applicazioni del progetto, dopo questa fase di sperimentazione, saranno riusate in altre realta' toscane, a partire dal comune di Abbadia San Salvatore. Un progetto sostenuto anche dal governo regionale, ha spiegato Gelli ''perche' capace di fornire soluzioni concrete contro il superamento del digital divide, cioe' del divario nell'uso e nella capacita' di uso delle nuove tecnologie. Il problema, infatti, non e' solo quello di portare ovunque la banda larga, cosa che il governo regionale sta facendo con successo, ma anche quello di raggiungere fasce di popolazione che hanno poca o nulla confidenza con Internet. In questo senso - ha sottolineato il vicepresidente - lo sviluppo del digitale terrestre appare di grande rilievo soprattutto per le aree montane e per la popolazione piu' anziana oppure sofferente per malattie croniche''. Grazie anche all'introduzione della Carta regionale sanitaria sara' piu' facile prenotare le prestazioni (e sara' decongestionato il traffico di chiamate telefoniche ai Cup), ma si pongono le basi anche per altre importanti sperimentazioni, come quelle relative alla ricetta on line e alla possibilita' da parte del medico di famiglia di leggere in tempo reale, attraverso il box installato a casa, la scheda sanitaria del paziente che e' andato a visitare.
 
20/04/2009 19:43
 
NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).
Nessun cambio di orientamento della DGSCERP del Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo dell’affitto di ramo d’azienda di un'autorizzazione di fornitura di servizi di media audiovisivi con annesso logical channel number (LCN).