Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
USA, editoria: cinque Pulitzer al New York Times
(Adginforma) - Il New York Times trionfa al Pulitzer. Nel momento in cui il quotidiano deve affrontare una delle peggiori crisi della sua storia si aggiudica l’ambito premio in ben 5 categorie: giornalismo investigativo, breaking news, reportage internazionali, critica e fotografia.
Al Las Vegas Sun per aver denunciato il gran numero di morti che sono costati i lavori sullo Strip, il viale centrale della città, è invece andato il premio più prestigioso, quello per il servizio pubblico. L’informazione online è rimasta a bocca asciutta. Da quest’anno infatti potevano concorrere anche i giornali online ma nessun riconoscimento è andato a testate web. Il quotidiano newyorkese non batte però il suo stesso record del 2002, anno in cui si aggiudicò l’ambito premio in 7 diverse categorie. Gli altri riconoscimenti sono andati all’informazione locale. Al Detroit Free Press, per un’inchiesta sul sindaco poi finito agli arresti; all’East Valley Tribune, per un indagine sull’attività della polizia; a Patrick Farrell del Miami Herald per le foto sulle devastazioni del passaggio dell’uragano Ike su Haiti. Ancora senza premi il Wall Street Journal che da quando è stato acquistato da Ruperth Murdoch non è riuscito ad ottenere nessun riconoscimento. Vale la pena di ricordare che in passato il prestigioso giornale finanziario aveva portato a casa l’ambito premio in otto differenti stagioni.
23/04/2009 07:09
 
NOTIZIE CORRELATE
I lettori del New York Times spendono la stessa quantità di tempo su articoli veri e sulle storie sponsorizzate dagli inserzionisti. La rivelazione é stata fatta da Meredith Levin, vice direttore della pubblicità al Times intervenuta ad un evento della American Association of Advertising Agencies.
Due donne simbolo del giornalismo hanno rassegnato le loro dimissioni. Una è la direttrice del The New York Times Jill Abramson, l’altra quella di Le Monde, Nathalie Nougayrède: la prima ha lasciato per ragioni ancora ignote, la seconda dopo un lungo scontro con la sua redazione.
Importante segno di fiducia nella stampa tradizionale: il miliardario messicano Carlos Slim, secondo uomo più ricco del mondo, con una fortuna di oltre 67 miliardi di dollari, torna a investire nel New York Times.
Rivoluzione grafica al New York Times online. Da dopodomani sarà cliccabile il nuovo sito internet del principale quotidiano statunitense: è il primo, consistente cambio di look da cinque anni a questa parte da parte della 'Old Gray Lady.
Il New York Times Co. chiude il terzo trimestre con perdite per 24,2 milioni di dollari, in seguito alla svalutazione del Boston Globe e di altri asset in New England, venduti per 70 milioni di dollari.