Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Veneto, Treviso, radiodiffusione: la magistratura ha posto i sigilli all'impianto in costruzione a Pianezze
Diventa sempre più problematica la gestione degli aspetti ambientali, sanitari ed urbanistici delle infrastrutture radioelettriche. Come abbiamo più volte osservato, se una volta le emittenti avevano come unico interlocutore l'allora Ministero delle Comunicazioni, allo stato, in occasione di modifiche impiantistiche o di nuove installazioni, gli enti interessati si moltiplicano: dal Comune all'ARPA, dalla Provincia alla Regione, è un florilegio di istruttorie. E ovviamente anche i problemi si sommano, come dimostra il caso segnalato dal quotidiano Oggi Treviso. "L’antennone di Pianezze è stato sequestrato. Dopo le discussioni in consiglio comunale e le proteste dei residenti, tocca alla magistratura intervenire sul caso dell’antenna che (...) sta costruendo sulle colline di Valdobbiadene. La Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici aveva già in passato disposto l’interruzione dei lavori nel cantiere per l’installazione della grande antenna, ma gli operai non si erano fermati. La stessa ordinanza di sospensione era stata contestata dalla Klasse Uno, che sta portando avanti un ricorso al TAR. Più volte i cittadini avevano segnalato che i lavori a Pianezze procedevano, carabinieri e polizia locale avevano effettuato continui sopralluogo trovando uomini al lavoro e il caso era stato portato anche in consiglio comunale. Ora la Procura ha posto i sigilli all’impianto di radiodiffusione in divenire.  L’azienda proprietaria dell’antennone dovrà rispondere di mancata interruzione dei lavori".
 
 
04/06/2009 12:06
 
NOTIZIE CORRELATE
Con provvedimento DGSCERP del 01/02/2017 è stato dato avvio alla Procedura di selezione comparativa per l’assegnazione del diritto d’uso di 86 frequenze in onde medie asincrone.
Argomento decisamente attuale nell'ambiente radiofonico italiano è costituito dalle modalità per la determinazione del valore economico degli impianti di radiodiffusione sonora (FM), oggetto di un significativo (e costante) calo negli ultimi 8/9 anni.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico delle graduatorie regionali e degli aggiornamenti relativi ai fornitori di servizi di media audiovisivi, per il servizio televisivo digitale terrestre, oggetto dal Bando del 02/05/2016.
Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 252 del 27/10/2016 il decreto del 05/10/2016 del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare recante l’approvazione delle “linee Guida sui valori di assorbimento del campo elettromagnetico da parte delle strutture degli edifici”.
A seguito della sentenza di fallimento, il Tribunale di Treviso, nella persona del G.D. dr.ssa Caterina Passarelli, ha disposto l’esercizio provvisorio ex art. 104 l.f. del ramo aziendale relativo all’attività di fornitore di servizi di media audiovisivi e dati della Antenna 3 Nord Est, ricomprendente anche le attività di produzione di programmi e di gestione dei palinsesti.