Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
"Vilipendio al capo dello Stato". Sotto inchiesta Di Pietro e Libero
Un fascicolo, per il reato di vilipendio dell'onore e del prestigio del Capo dello Stato, e' stato aperto dalla Procura della Repubblica di Roma nei confronti del leader dell'Italia dei valori Antonio di Pietro e del direttore responsabile di ''Libero'' Maurizio Belpietro con riferimento a due distinti episodi.
Il primo riguarda la frase pronunciata da Antonio Di Pietro nei confronti del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano quando promulgo' il 3 ottobre scorso la legge sullo scudo fiscale; il secondo si riferisce ad un articolo di fondo nel quale Maurizio Belpietro, con riferimento al viaggio in Giappone del Capo dello Stato quando in Afghanistan cadevano sei para' della Folgore, fece un commento negativo sul mancato rientro in Italia del presidente della Repubblica. L'articolo in questione era intitolato 'La dignita' dello Stato non vale un fusilotto'. Sara' ora il ministro della Giustizia Angelino Alfano a dover autorizzare la Procura di Roma alla prosecuzione dell'inchiesta. (Adnkronos)
13/10/2009 15:45
 
NOTIZIE CORRELATE
Libero e Matrix, due marchi che hanno segnato con diversi sviluppi la realtà digitale italiana, hanno annunciato oggi la nascita di ItaliaOnline.
La ristrutturazione del quotidiano diretto da Maurizio Belpietro continua anche sul piano pubblicitario. Secondo quanto riferito da Italia Oggi (edizione 06 luglio), Libero ha cessato il rapporto in essere dal 2010 con Pk, per scegliere System 24, la concessionaria de’ Il Sole 24 Ore.
"Le logiche di mercato non badano agli equilibri di un Paese democratico e l'intero sistema dell'informazione rischia cosi' di uscirne distorto.
''Sulle frequenze tv il governo fa il gioco delle tre carte. Da una parte ha presentato e fatto approvare un emendamento che stabilisce il superamento del beauty contest, dall'altra sembra aver gia' pronto un decreto legislativo che va in tutt'altra direzione. L'esecutivo non puo' piu' giocare a nascondino, faccia chiarezza e spieghi come stanno realmente le cose''.
Rai Tre, Ballarò, 13 dicembre 2011, Antonio Di Pietro è ospite della trasmissione di Giovanni Floris: al centro del dibattito, le frequenze televisive regalate a Mediaset (con l'assegnazione del dividendo attraverso la formula della gara non competitiva "beauty contest").